loading...

Allarme uova contaminate con il fipronil: ecco cosa si rischia a mangiarle!

In questi giorni abbiamo sentito parlare dell’allarme uova contaminate. Cosa si rischia a mangiarle e quali potrebbero essere le ripercussioni sulla nostra salute? Lo sveleremo proprio nell’articolo che state per leggere.

Il rischio per la salute causato dal consumo di uova contaminate è correlato soprattutto alla quantità di sostanza tossica ingerita. Se un adulto ne ingerisce una dose minima, i rischi per la salute saranno circoscritti e limitati. 

Se invece la percentuale di sostanza tossica è elevata e per di più viene ingerita costantemente nel tempo, il rischio comincia a diventare serio“.

A sostenerlo è proprio Luciano Atzori, biologo ed esperto in sicurezza degli alimenti dello studio Abr.

Esprimendo la propria opinione in merito al caso delle uova contaminate dall’insetticida Fipronil, vietato per l’uso in produzioni destinate al consumo umano, lo studioso ha ribadito:

Il rischio è soggettivo, i bambini o anche gli anziani sono più vulnerabili degli adulti agli effetti tossicologici. Per loro anche un’assunzione limitata nel tempo e nella quantità può causare rischi.

 

In modo concreto, i rischi per la salute dell’uomo strettamente correlati al consumo di uova contaminate con il fipronil sono realmente modesti.

A sottolinearlo questa volta è il direttore generale della sicurezza alimentare del ministero della Salute, Giuseppe Ruocco, il quale ha anche predisposto un piano speciale di controlli inviato alle Regioni per un monitoraggio capillare sul territorio.

Anche perché “i pericoli – precisa – sono strettamente legati alla quantità di sostanza ingerita. E, per il livello di contaminazione reperito nei Paesi dove sono state trovate queste uova, considerando la quantità dei consumi abituali degli italiani, anche l’eventuale ingestione non avrebbe effetti gravi”.

Teoricamente, però, con forti dosi si rischiano delle vere e proprie intossicazioni per l’organismo “con conseguenti problemi neurologici, irritabilità, vertigini e, in alcuni casi estremi, addirittura convulsioni”.

Puramente teorici anche i possibili danni cronici legati a un consumo continuativo di uova contaminate, visto che “siamo di fronte a una situazione acuta, tra l’altro in via di risoluzione”.

In ogni caso, consumando per un lungo periodo prolungato le uova contaminate con il fipronil si rischiano seri danni ai reni e alla tiroide.

loading...

Posted by PALERMO RISTORANTI

Lascia un commento e partecipa anche tu alla grande community di PALERMO RISTORANTI!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *