Zuppa di castagne: ecco come prepararla in casa con la ricetta originale

Nel cuore dell’autunno, quando i primi freddi invernali iniziano a farsi sentire e le castagne cominciano ad abbondare nelle dispense, cosa c’è di meglio di una deliziosa, calda ed avvolgente zuppa di castagne da gustare accompagnandola con dei crostini di pane o degli ottimi grissini di grano saraceno?

zuppa di castagne, minestra di castagne
zuppa di castagne fatta in casa con la ricetta originale dell’antica tradizione contadina

La ricetta originale della zuppa di castagne fatta in casa come quella della nonna

La vellutata di castagne, la minestra di castagne e la zuppa di castagne sono dei primi piatti gustosi, sani ed al contempo molto nutrienti.

Anche se semplici e poco elaborate, queste deliziose preparazioni, oltre ad aver contribuito per secoli alla sopravvivenza delle popolazioni montane, hanno ultimamente fatto breccia nel cuore di numerosi chef stellati.

Non sono affatto poche le rivisitazione in chiave moderna della zuppa di castagne o di altri piatti tipici della tradizione a base di castagne.

Possiamo dire sicuramente che ogni regione della nostra bella Italia ha il proprio modo di preparare, presentare e servire una minestra o una zuppa di castagne.

Che differenza c’è tra zuppa di castagne e minestra di castagne?

La differenza tra zuppa di castagne e minestra di castagne è davvero minima e dipende dal modo di consumarle a seconda delle differenti tradizioni.

La minestra di castagne si presenta generalmente più liquida, più acquosa, costituita in prevalenza di brodo e va consumata al cucchiaio.

La zuppa di castagne, invece, è una preparazione più densa e cremosa, rinforzata spesso dalla presenza di cereali come l’orzo, l’avena, il farro o il grano saraceno.

La zuppa di castagne tradizionale tipica delle zone montane non includeva però i cereali, in quanto questi ultimi scarseggiavano notevolmente in montagna.

Basti pensare che anche la farina di castagne spesso serviva per sostituire quella di grano anche nella preparazione del pane e della pasta.

In origine la zuppa di castagne veniva servita sopra una fetta di pane abbrustolito, ma si può ugualmente mangiare con il cucchiaio anche senza pane.

La parola suppa, di origine medievale, stava ad indicare proprio la fetta di pane messa nel piatto prima di servirvi la zuppa. In entrambi i casi il brodo viene insaporito con erbette aromatiche di vario genere come il timo, l’alloro, il rosmarino etc…

Questo brodo viene poi condito con diversi ingredienti a seconda delle zone d’origine con burro, olio, fettine di lardo o pezzetti pancetta.

la zuppa di castagne che andremo a presentare nell’articolo di oggi è quella preparata secondo la ricetta originale della tradizione, priva di alterazioni o rivisitazioni moderne di qualsiasi tipo.

Ingredienti ed occorrente per preparare la nostra zuppa di castagne fatta in casa:

  • 400 gm di castagne;
  • 4 porri;
  • 2 gambi di sedano;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 30 gm di burro;
  • 30 gm di olio d’oliva;
  • ½ litro di brodo vegetale;
  • prezzemolo q. b.;
  • crostini di pane;
  • sale qb.

Come preparare un’ottima zuppa di castagne fatta in casa

Rosolate lo spicchio d’aglio nell’olio d’oliva, indi aggiungete i porri, il sedano e il prezzemolo ben tritati per farli rosolare a loro volta.

Le castagne, sbucciate, vanno scottate nell’acqua bollente per poterle privare agevolmente della pellicola e quindi poste nella casseruola col soffritto e l’aggiunta di un litro d’acqua.

Dopo un’ora circa di bollitura passate il tutto al setaccio, salate rimettete la minestra al fuoco con l’aggiunta del brodo vegetale.

Una volta finito il bollore versate la vostra zuppa di castagne nella zuppiera o nelle singole scodelle in cui saranno state disposte le fettine di pane fritte nel burro e gustatela ben calda.

Allora? Com’è andata? Avete preparato anche voi la vostra zuppa di castagne? Scrivetecelo nel box commenti in basso e se l’articolo di oggi vi è piaciuto, ringraziateci con una bella condivisione su facebook, twitter o google plut!

Grazie mille in anticipo da parte di tutto lo staff di Palermo Ristoranti e arrivederci alla prossima ricetta! 😀 😀 😀

Se non volete perdervi i prossimi articoli, iscrivetevi pure alla nostra cerchia utenti vip e li riceverete tutti gratuitamente via mail!

Posted by PALERMO RISTORANTI

Lascia un commento e partecipa anche tu alla grande community di PALERMO RISTORANTI!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *